15 ottobre Festival di Fede & Cultura: iscriviti!

Iscriviti GRATIS adesso al 6° Festival Nazionale di Fede & Cultura a Verona il 15 ottobre 2017 al link https://www.eventbrite.it/e/biglietti-6-festival-nazionale-di-fede-cultura-38581560486
Programma
9,00 Accoglienza e registrazione 9,30 Stefano Fontana “La nuova chiesa di Karl Rahner era tutta già programmata” 
10,15 Giovanni Zenone “Correctiofilialis: il linguaggio dell’ambiguità”
11,00 Ettore Gotti Tedeschi “Il giusto modo di sconfiggere la povertà”
11,45 Lorenzo Fontana “La mia esperienza di cattolico in politica”
12,30 Consultazione delle opere di Fede & Cultura e Pausa pranzo
14,00 Silvana De Mari “Gli Orchi all’attacco dell’uomo e della donna”
14,30 Francesco Agnoli “Lo splendore che ci trascende” 
15,15 Maria Bianca Graziosi “Il monachesimo che salvò la Chiesa e il mondo
15,45 Mons. Gino Oliosi “La mia vita da teologo a esorcista” Conclusioni e incontro personale con gli autori
16,45 Santa Messa

Attestazione Agenzia Distampa 2008

Ci sono in Italia dei fenomeni editoriali che smentiscono tutti i luoghi comuni sulla mancanza di libertà, sull’eccesso di conformismo, sulla assenza di alternative alla bassa mercificazione della cultura. Uno di questi fenomeni è certamente rappresentato dalla casa editrice di Verona “Fede & Cultura” (www.fedecultura.com). Un fenomeno, perchè –comunque la si pensi, sul piano politico , artistico o filosofico- in uno scenario dominato dalla sempre più bassa commercialità dei prodotti culturali, questa editrice si propone di pubblicare testi indirizzati –come del resto dichiara la sua ragione sociale- alla affermazione della Fede: e più precisamente della fede popolare, tradizionale, vicina ai sentimenti spontanei ed autentici. L’obiettivo viene perseguito attraverso edizioni di grande potenzialità comunicativa, destinate alla lettura da parte di chiunque, e al tempo stesso ineccepibili sul piano dell’analisi, tanto teologica quanto scientifica, morale ed esistenziale. Numerosissimi sono i testi che ristabiliscono la giusta attenzione ai riti tradizionali della Chiesa e della spiritualità popolare; altrettanto numerosi i libri di confutazione di molti miti contemporanei ispirati da forze negative o orientati al male, alla discordia, alla confusione. Di sicuro interesse culturale poi i testi, decisamente alternativi, di contenuto prettamente letterario, narrativo, teatrale, o di critica di costume.